'United for Egypt'
La cronaca in diretta

11/06/2014
10:55

Tutti gli occhi del mercato turistico italiano sono puntati su Marsa Alam.

Pubblicità

È questo il teatro di 'United for Egypt', che oggi e domani punterà i riflettori sulla destinazione clou del turismo italiano, con un evento senza precedenti, che TTG Italia seguirà in diretta web, messo in campo da Astoi, Ainet, Ministero e Ente del Turismo; con loro, per il pieno rilancio del Mar Rosso, sette tour operator e 4 compagnie aeree: Alpitour, Eden, Going, Settemari, Swan Tour, Turisanda, Veratour, Blue Panorama, Neos, Meridiana ed Egyptair.

Nel corso della giornata TTG racconta in tempo reale gli umori, le sensazioni, gli interventi dei principali attori del mercato nel corso degli appuntamenti programmati.

LA DIRETTA

Battifora: "L'industria del turismo riesce a fare sistema"
Un commento anche dal neopresidente Astoi Luca Battifora: "L'iniziativa di oggi dimostra che l'industria del turismo riesce a fare a sistema e a investire risorse.
Guardiamo al futuro con ottimismo. In questi mesi stanno arrivando segnali di una lenta ripresa che arriverà a un punto di svolta nel 2015".

Promozione, incentivi ed educational
Ma cosa fare per far tornare gli italiani nel Paese, si chiede il ministro. "Il Governo - dice - sta lavorando insieme a tour operator e agenzie di viaggi per cambiare la percezione del mercato". Un impegno che sta prevedendo "attività di promozione in co-marketing con gli operatori, incentivi ai collegamenti charter ed educational per agenzie e stampa".

Zaazou: "Abbiamo bisogno che i turisti tornino"
"Dobbiamo dimenticarci dello Sconsiglio. A febbraio si parlava di possibili attacchi terroristici, ma ora siamo a giugno e nulla è successo. Chiediamo al Governo - incalza il ministro Zaazou - che riveda questo provvedimento, abbiamo bisogno che la festa ricominci e che i turisti tornino".

Stradiotti, Neos: "Trasmettere messaggi di tranquillità"
Un ritorno agli antichi fasti del Mar Rosso è caldeggiato in casa Neos dall'a.d. Carlo Stradiotti. "Prima al trade e poi al mercato dobbiamo trasmettere il messaggio che la destinazione è tranquilla e che questa tranquillità è fatta di sicurezza di business. Auspichiamo che nei prossimi mesi la destinazione possa essere proposta con più facilità e ben gestita".

Le aspettative del mercato
I tour operator di casa nostra aspettano ora indicazioni concrete in termini di incentivi, come ha evidenziato Adly Zaki a TTG Italia. Sullo Sconsiglio, invece, i tempi per l'eliminazione non sembrano essere brevi.

Le tre linee guida
"Non sono ufficialmente il ministro - dice Zaazou -. Il mio successore dovrà lavorare su tre obiettivi: togliere lo Sconsiglio su Sharm, lavorare vicino a tour operator e agenzie di viaggi e sviluppare nuovi progetti per stimolare il turismo proveniente da altre aeree"

Zaazou: "Molto dispiaciuti per lo sconsiglio"
"Siamo molto dispiaciuti che il Governo italiano abbia introdotto Sconsiglio su Sharm. Gli italiani non dovrebbero essere spaventati". Queste le prime parole del ministro del Turismo Hisham Zaazou.

Le richieste di Adly Zaki, Swan Tour
È una richiesta precisa quella che arriva dal presidente di Swan Tour, Georges Adly Zaki: "L'aumento del costo dei visti e l'aumento delle tasse aeroportuali - dice - non aiutano certo in questo momento dove dobbiamo essere più competitivi. Noi speriamo che qualora il ministro venga riconfermato possa essere vicino alle esigenze di noi operatori".

La notizia rimbalza sul web
C'è grande attesa sul mercato. La dimostrazione arriva direttamente dai social network, dove le notizie provenienti da Marsa Alam vengono condivise e commentate. La speranza è che arrivino risposte chiare e una spinta alle vendite.

Spiegare bene che c'è un Egitto libero da sconsiglio
Un evento fuori dall'ordinario a cui ha condotto "la volontà di far capire ai consumatori, ma prima ancora alle agenzie di viaggi, che c'è un altro Egitto libero da Sconsiglio". È l'opinione di Luca Caraffini, Geo Travel Network, che parla di un'opportunità troppo grande, quella rappresentata dal Mar Rosso, di cui l'industria turistica nostrana non può certo fare a meno. "L'Egitto ha un peso fondamentale e dopo il Mare Italia - specifica Caraffini -  è il secondo prodotto più venduto in agenzia".


Gli appuntamenti della sera
Non mancheranno anche i momenti di divertimento nell'appuntamento in corso a Port Ghalib: questa sera la delegazione, dopo la cena di gala, parteciperà allo spettacolo del duo comico Ale e Franz.

Gli agenti hanno risposto in massa
"Siamo estremamente soddisfatti della risposta delle agenzie che sono arrivate a Marsa Alam in massa tanto che abbiamo dovuto creare delle liste di attesa". Lo rivela Angelo Cartelli, che parla di un risultato quasi a sorpresa per una convention che cade a stagione già iniziata e che "finalmente mette insieme operatori e distribuzione".


Cartelli, Eden: "Vogliamo rilanciare l'Egitto"
"Il nostro intento è rilanciare l'Egitto e aprire la strada alla riapertura di Sharm El Sheikh". A chiarire lo scopo dell'operazione 'United for Egypt' è il direttore commerciale di Eden Viaggi, Angelo Cartelli.

Caraffini, Geo: “Un evento senza bandiere”
Un evento senza bandiere che è riuscito a mettere insieme marchi solitamente in competizione. Questa l'opinione di Luca Caraffini, amministratore delegato di Geo Travel Network, raccolta in occasione di United for Egypt, il maxi evento organizzato a Marsa Alam da Astoi, Ainet e Ministero del Turismo egiziano. "È la prima volta che aziende normalmente concorrenti si trovano vicine su uno stesso cartellone".

Oggi il talk show
Sempre questo pomeriggio il momento clou sarà la tavola rotonda moderata dal giornalista Paolo Mieli in cui si alterneranno le voci del presidente di Swantour, Georges Adly Zaki,  del ceo di Turisanda, Luca Battifora, del direttore generale Francorosso Alpitour World, Pier Ezhaya, del presidente di Eden Viaggi, Nardo Filippetti, del direttore dell'Ente del turismo egiziano, Mohamed Abdel Gabbar, del presidente Ainet, Franco Gattinoni, del presidente di Blue Panorama, Franco Pecci, dell'amministratore delegato di Going, Alberto Peroglio Longhin, del presidente di Veratour, Carlo Pompili, del presidente di Settemari, Mario Roci.

Settecento agenti di viaggi
Sono circa 700 gli agenti di viaggi che sono arrivati qui a Port Ghalib nel corso della giornata di ieri, a bordo dei voli speciali organizzati per l’occasione dai vettori coinvolti nell’iniziativa. Con loro anche una folta rappresentanza della stampa italiana, sia trade che consumer.

Attesa per il ministro
Tra gli appuntamenti previsti per oggi c’è molta attesa per l’ intervento da parte del ministro del Turismo egiziano Hisham Zaazou, all’indomani dell’insediamento del nuovo presidente Al Sisi, dopo le recenti elezioni di fine maggio.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook