Come cambia l’enoturismo in Italia: Enit traccia le tendenze

22/09/2022
11:43
 

Il viaggio enoturistico non è più appannaggio degli appassionati, ma affascina un pubblico sempre più ampio e variegato, composto anche da single, famiglie con bambini, donne e giovani. Turisti più esigenti, attivi e innovativi, alla ricerca di esperienze nuove e coinvolgenti, in grado di emozionarli e arricchirli. È quanto emerge dai trend presentati dalla ceo di Enit, Roberta Garibaldi, al Forum internazionale dell’ Enoturismo organizzato ad Alba da Unwto, Ministero del Turismo, Enit e Regione Piemonte.

Va delineandosì un nuovo approccio al prodotto turistio legato al vino,  che le cantine italiane stanno abbracciando, diversificando le esperienze e attivando crm e wine club per offrire proposte in grado di soddisfare le nuove esigenze attraverso una strategia data-driven.

Pubblicità

Come cambia l’enoturismo
L’enoturismo italiano – che può contare su un primato invidiabile a livello internazionale con 526 vini certificati, 6 beni materiali ed immateriali riconosciuti come patrimonio dell’umanità, 3 città creative Unesco per l’enogastronomia e 2 Paesaggi dalla Fao - si sta trasformando anche nelle sue modalità di accogliere il turista per un’esperienza a 360°.

Le cantine si legano agli alberghi, offrendo nuove proposte di pernottamento nei vigneti (wine glamping), e creando ristoranti gourmet al loro interno dove il vino si accompagna a piatti di eccellenza a base di prodotti locali.

Ma il viaggio enoturistico va trasformandosi anche in un’occasione per rigenerarsi, riprogrammare le proprie abitudini, attraverso il welless e corsi di yoga e pilates in vigna; e i vigneti, dall’essere semplici luoghi produttivi, sono divenuti il vero cuore pulsante dell’esperienza.

Vanno creandosi, infine, nuove connessioni tra l’ambiente rurale e urbano, con le vigne urbane, i mercati e i musei, che diventano veri e propri hub del gusto per la scoperta della cultura enologica e gastronomica dei territori.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook