L'alta stagione del travel:
il bilancio del Ministero

28/08/2023
08:20
 

Con i dati dell'ultima settimana di agosto di fatto si chiude l'alta stagione del turismo italiano ed è dunque possibile iniziare a stilare un primo bilancio dei mesi più caldi, anche se settembre potrebbe portare ulteriori elementi.

Pubblicità

“Con un tasso di prenotazione delle strutture ricettive online al 43,3%, siamo fieri di mantenere la nostra posizione come seconda destinazione preferita in Europa" è la prima conclusione del ministro del Turismo Daniela Santanchè.

Il titolare del dicastero sottolinea, nella nota che commenta l'ultima infografica settimanale pubblicata dal ministero, i risultati ottenuti dalle città d'arte italiane, che si piazzano davanti a quelle di Grecia, Francia e Spagna. "Ma non sono solo le più attrattive - prosegue, sempre a proposito di questa tipologia di prodotto - ma anche le più economiche, visto che costano il 6% in meno delle dirette concorrenti: questo dato ci fa capire che possiamo agire bene, dare servizi di qualità a prezzi concorrenziali".

I mercati di riferimento
A proposito degli arrivi, Santanché aggiunge: “Le prenotazioni aeree aumentate del 18% rispetto al 2022, sono la testimonianza del costante e crescente interesse per l’Italia. Gli stranieri, soprattutto gli statunitensi e gli inglesi, trainano il flusso (+25% complessivo) e apprezzano in particolare l'ospitalità di qualità".

E conclude: "Questi risultati ci motivano a perseverare, con impegno e dedizione, nel lavoro che il ministero e il governo stanno svolgendo, volto a ad investire sempre di più nel settore valorizzando le nostre risorse, offrendo esperienze variegate e indimenticabili ai visitatori di tutto il mondo, ed investendo in formazione per essere sempre più competitivi".


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook