Spotlight

(informazione pubblicitaria)

Clienti in cerca di idee per vacanze culturali? Consiglia la Germania dei siti Unesco

19/11/2018
15:14
Salgono a 44 i siti Patrimonio dell’Umanità Unesco in Germania. L’Ente Nazionale Germanico per il Turismo spiega come suggerirli ai clienti d’agenzia.

Con il complesso archeologico di Hedeby e Danevirke e con la Cattedrale di Naumburg, entrati quest’anno a far parte dei siti Patrimonio Universale dell’Umanità, la Germania conta oggi ben 44 siti Unesco. Per facilitare le agenzie di viaggi nella scelta del prodotto più giusto per il proprio cliente, l’Ente Nazionale Germanico per il Turismo li ha suddivisi in base a 7 tematiche, che spaziano dalla storia al design, dalla tradizione industriale, religiosa e culturale fino alla natura dei giardini e dei paesaggi.

Qui di seguito, in sintesi, le peculiarità di ciascun tema e i link che permettono di attingere a dettagli più specifici, in base alla sensibilità e alle preferenze dei diversi viaggiatori.

Centri storici     
Dalle antiche torri di Lubecca, regina indiscussa della lega anseatica nonché prima città occidentale sulle rive del mar Baltico, la panoramica dei Centri storici Unesco passa per Bamberga, città vescovile e imperiale costruita su sette colli e per questo soprannominata Roma francone. Seguono i nuclei antichi di Stralsund e Wismar, da sempre testimonianza del fulgore raggiunto dalla Lega anseatica nel XIV secolo. E poi le 1.300 case a graticcio nel centro storico di Quedlinburg; Ratisbona, la città dei re e degli imperatori, con il suggestivo quartiere di Stadtamhof, e infine Amburgo, sopravvissuta indenne agli eventi più burrascosi della storia.

Architettura e Design
Per gli appassionati delle due discipline, un viaggio in Germania è imprescindibile. A partire dagli edifici del Bauhaus, rivoluzionaria scuola d’arte e architettura del XX secolo, di cui si trovano pregiati esempi a Weimar, Dessau e Bernau. Ci sono poi gli insediamenti del Modernismo a Berlino, risalenti periodo imperiale tra il 1913 e il 1934; le Officine Fagus di Alfeld, costruite a partire dal 1911 su progetto di Adolf Meyer e di Walter Gropius. E, per concludere, Le Corbusier, altro nome scolpito nella storia dell’architettura moderna. La sua opera, estremamente visionaria e avveniristica per il 1927, anno della realizzazione, si trova a Stoccarda nel quartiere di Weissenhof.

Cultura industriale
Tre siti che devono molto all’attività mineraria e alla lavorazione dei metalli. Non si può che iniziare dalla città di Goslar luogo che per decenni è stato il deposito di rame, piombo e zinco più grande del pianeta e anche punto di partenza ideale per visitare la miniera di Rammelsberg e il sistema idrico dell’Oberharz. Ci sono poi le miniere Zeche Zollverein di Essen, un tempo l'impianto di estrazione di carbon fossile più grande al mondo, a cui si aggiunge la Völklinger Hütte, unica ferriera al mondo risalente al periodo di massima prosperità dell'industria del ferro e dell'acciaio giunta fino ai giorni nostri.

Chiese e conventi
Cattedrali, abbazie, chiese romaniche, monasteri e, per i viaggiatori che avessero già visitato nel passato i siti Unesco della Germania legati al culto, anche una novità. Il Duomo di Naumburg è infatti entrato nell’elenco dei siti protetti solo lo scorso luglio. Costruito nel 1028, costituisce una testimonianza singolare dell'architettura e dell'arte medievali. Quello che si visita oggi è però anche il risultato di un importante lavoro di ampliamento realizzato nel XIII secolo.
L’elenco dei luoghi di culto tedeschi protetti dall’Unesco è in ogni caso articolato e straordinariamente interessante per una vacanza di tipo religioso ma anche storico e culturale.

Storia culturale e intellettuale
Un ampio ventaglio di proposte per gli appassionati di storia che si apre con le sei grotte del Giura Svevo in cui sono stati rinvenuti manufatti e strumenti musicali risalenti a circa 35.000 anni fa. Hanno invece 7mila anni di storia le palafitte sul lago di Costanza oppure in Alta Svevia e nel lago di Starnberg. A questi tesori preistorici si aggiungono i resti romani di Treviri, il Limes germanico-retico, il Teatro dell'opera dei margravi di Bayreuth (XVIII sec.), i monumenti commemorativi di Lutero a Eisleben e Wittenberg e lo sfarzoso edificio del municipio di Brema. La panoramica comprende il complesso dell'isola dei musei di Berlino: cinque edifici che custodiscono i resti di 6.000 anni di storia dell'umanità.

Natura, giardini e paesaggi
È un tema che abbraccia la natura nelle sue espressioni più selvagge per arrivare a quella domata dei parchi e dei giardini. Luoghi ideali per ecoturisti ma anche per appassionati di storia, trekking, arte e, non ultimo, per chi viaggia con i bambini. L'unica foresta naturale di faggi giunta intatta fino ai giorni nostri si trova in Germania e offre un'immagine molto romantica dei paesaggi europei e della loro molteplicità. Si uniscono il sito fossilifero Grube Messel, uno fra i più ricchi al mondo, e quindi gli scorci naturali sulla Valle del Medio Reno, il Wattenmeer, habitat unico per numerose specie di flora e fauna e, infine, i parchi e i giardini. Fanno parte del patrimonio Unesco quelli di Dessau-Wörlitz, il parco collinare barocco Wilhelmshöhe e quello di Bad Moskau, capolavoro di giardinaggio di fama internazionale.

Castelli e fortezze
Per i viaggiatori che amano la fastosità e desiderano goderne appieno, l’Unesco ha posto sotto la propria protezione alcune tra le residenze nobiliari più eleganti della Germania. Dal 1981 fa parte del patrimonio la residenza di Würzburg, considerata l'edificio con lo stile più puro e originale di tutti i castelli barocchi del Paese. Dal 1984 si sono aggiunti i castelli rococò di Augustusburg e Falkenlust insieme ai loro giardini. Completano la panoramica i castelli e i parchi di Potsdam e Berlino, insieme alla più severa Fortezza di Wartburg, che è la roccaforte più famosa del Paese.

Tutti i siti Unesco della Germania sono raccolti e descritti nella programmazione International Tours Caldana.

Periodicamente l’Ente Germanico per il Turismo organizza in collaborazione con l’Associazione dei Patrimoni dell’Unesco in Germania (German UNESCO World Heritage Sites Association) degli incontri di aggiornamento per le agenzie di viaggi interessate a promuovere le mete Patrimonio dell’Umanità.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA