A Cuba piace l'Italia, il nuovo mercato di Gartour

29/09/2016
12:03
Leggi anche: Gartour

Cuba non è solo la meta dell’anno per i turisti in arrivo sull’Isla Grande. È anche la novità nei flussi incoming che ha visto Gartour protagonista di un nuovo percorso inbound.

Pubblicità

“Lavoriamo come ricettivo su Cuba da 2 anni e mezzo – racconta Sandro Saccoccio, chief marketing officer del tour operator – e adesso abbiamo aperto anche un’agenzia di viaggi, perché i cubani hanno iniziato a viaggiare”. E vengono, con molto interesse, in Italia.

“Proponiamo il tour dell’Italia classica con guida che solitamente utilizziamo per i clienti del Sud America – spiega – e riscontriamo un alto livello di soddisfazione”. Proprio per questo, l’operatore sta attendendo l’apertura del volo diretto Alitalia su Cuba con particolare attenzione: “La nuova politica di Az di potenziare i voli a lungo raggio risponde perfettamente alle esigenze di chi come noi lavora sull’incoming” dice.

Cuba non è l’unico mercato emergente che ha caratterizzato la stagione di Gartour. “Abbiamo avuto buoni numeri anche dall’Oriente, da Thailandia, Vietnam, Indonesia e Malesia – aggiunge Saccoccio -. E stanno arrivando i primi numeri dall’Iran, mentre per il prossimo anno inizieremo a lavorare sulle Filippine, che iniziano a viaggiare”.

Leggi anche: Gartour

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook