Msc punta sul lusso, Michael Ungerer ceo del marchio Yacht Club

11/09/2019
12:11
 

Msc spinge sul lusso. La compagnia di crociere ha nominato Michael Ungerer (nella foto) ceo del marchio luxury. “Questa nomina segna un importante passo in avanti nella creazione di una struttura organizzativa solida che guiderà lo sviluppo del nostro nuovo marchio di lusso – spiega Pierfrancesco Vago, executive chairman della divisione crociere e passeggeri del Gruppo Msc -. Per noi si tratta di un passaggio naturale, frutto del lavoro svolto sin dall’inizio all’interno di Msc Crociere, che ci ha permesso di realizzare l’Msc Yacht Club, la nostra idea di luxury brand per far vivere ai passeggeri un’esperienza esclusiva in una sorta di nave nella nave”.

Pubblicità

Ungerer, 53 anni, ha conseguito un Mba presso l'Insead Business School e ha partecipato all’Independent Director Program (Idp). Nella sua carriera ha maturato un’esperienza trentennale nelle crociere e nell'ospitalità del settore lusso. In qualità di ceo opererà prevalentemente dal quartier generale di Ginevra, riportando direttamente a Vago.

“Sono onorato di avere la possibilità di portare avanti un progetto unico nel suo genere - dichiara Ungerer -. Si tratta del coronamento di un percorso professionale che completa la mia esperienza nei settori  dell’ospitalità di lusso e delle crociere”.

I progetti
All'inizio del 2019, Msc ha confermato a Fincantieri un ordine per la costruzione di quattro navi per le crociere di lusso. Le navi, il cui valore complessivo sarà superiore a 2 miliardi di euro, avranno una stazza lorda di circa 64.000 tonnellate e saranno dotate delle più recenti e avanzate tecnologie ambientali e marittime. Questi super-yacht avranno un design altamente innovativo e introdurranno nel segmento del lusso un’ampia gamma di nuovi servizi e attività per i passeggeri, oltre che nuovi spazi da condividere.

La prima delle quattro navi sarà consegnata entro la primavera del 2023. Le restanti tre entreranno in servizio negli anni successivi fino al 2026.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook