Clementi, Igv: “La domanda c’è,
ma servono regole nuove”

di Isabella Cattoni
04/02/2021
08:32
Leggi anche: i grandi viaggi

Rimanere positivi e propositivi, anche in uno scenario che può essere scoraggiante: Corinne Clementi (nella foto), amministratore delegato de I Grandi Viaggi, ha le idee chiare su una ripartenza che tarda ad arrivare soprattuto per mancanza di una strategia a lungo termine intrapresa dalle autorità di Governo.

Pubblicità

Pronti sul lungo raggio
“Anche per il periodo natalizio abbiamo ricevuto parecchie richieste di italiani che avrebbero voluto partire alla volta di destinazioni ‘sicure’ – spiega – ma non siamo riusciti a soddisfarle a causa del divieto di viaggiare al di fuori dei confini Ue. Una regola anacronistica, che ci pone in una posizione di grave svantaggio nei confronti dei nostri competitor europei”.
La speranza è che da maggio-giugno, virus permettendo, sia possibile procedere a una riapertura ai viaggi che consenta agli operatori di finalizzare le prenotazioni che cominciano ad arrivare. “Riceviamo richieste anche per il lungo raggio e siamo pronti a soddisfarle, sperando che il prossimo Dpcm apra ad alcune destinazioni che si sono dimostrate ben più ‘sicure’ di varie mete europee”. In questo senso, il t.o. prosegue anche la programmazione riservata alla linea, verso ad esempio Giappone, Australia, Stati Uniti, Indonesia, tutte mete che potrebbero riservare soddisfazioni.

Montagna d’estate
Intanto, I Grandi Viaggi prosegue sulla strada degli investimenti e, malgrado il capitolo montagna invernale possa dirsi ormai chiuso, si punta all’estate: “Siamo rientrati in possesso da Th Resorts di due villaggi di nostra proprietà, uno al mare e uno in montagna: Le Castella in Calabria e La Trinité – Monboso a Gressoney. Le Castella riaprirà per la prossima estate completamente rinnovato. Stiamo valutando se riaprire già dalla prossima stagione, dopo il necessario restyling, anche la struttura di Gressoney, che andrebbe ad aggiungersi al Relais des Alpes di Madonna di Campiglio per completare l’offerta sulla montagna estiva”.

Il novantesimo compleanno
Un altro fronte sul quale tradizionalmente il t.o. concentra i suoi sforzi è quello dell’intrattenimento in villaggio: “Stiamo mettendo a punto un nuovo programma di intrattenimento, che lanceremo quest’anno proprio in occasione del nostro novantesimo compleanno. L’obiettivo è quello di offrire ai nostri clienti – elevatissima la percentuale di repeater – un’esperienza sempre nuova, in linea con una qualità al top e con una normativa che consenta vacanze in sicurezza”. Non per niente, fa sapere la manager, durante la passata stagione estiva “Non abbiamo registrato nelle nostre strutture nemmeno un caso di Covid. I protocolli di sicurezza hanno funzionato, e molti clienti hanno deciso di prolungare la permanenza in villaggio”. Perché il punto focale è proprio questo: “Occorre trasmettere fiducia al consumatore nei confronti di viaggi che, nel rispetto di tutte le normative e i protocolli necessari, possono essere assolutamente sicuri, da vivere serenamente”.  
Ora che non resta che aspettare – e sperare – nel prossimo Dpcm.

Leggi anche: i grandi viaggi

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook