Franz, Lufthansa: "Italia al centro dei progetti"

12/06/2013
16:16

Nessuna intenzione di riaprire Lufthansa Italia, ma proseguire negli investimenti sulla Penisola, anche attraverso Air Dolomiti, in particolare nel segmento business.

Pubblicità

Questo l'orientamento sul Belpaese di Christoph Franz, ceo di Lufthansa, che in un'intervista rilasciata a La Stampa rivela: "Sull'Italia trasportiamo più uomini d'affari della stessa Alitalia". Nonostante la stoccata, sulla compagnia presieduta da Roberto Colaninno il giudizio di Franz è positivo e il manager parla  di "grandi progressi". Tuttavia la strada da perseguire per il futuro, spiega ancora, è una sola: unire le forze per sopravvivere.

A livello generale intanto il colosso tedesco rilancia la partita degli investimenti, annunciando l’apertura di un nuovo hub al Terminal 2 di Londra Heathrow, che ospiterà così non solo gli aeromobili della compagnia, ma di tutto il network Star Alliance. A questa mossa il gigante teutonico affianca una raffica di ordini a potenziamento della flotta e rafforza i servizi sul target premium.

“Il 2013 è un anno ancora sfidante per la nostra compagnia - ha detto Franz a margine del general meeting Iata -, siamo nel bel mezzo del nostro piano di rirganizzazione, ma dimostreremo di essere in grado non solo di pianificare, ma di implementare”. Concretamente, questo equivale a dire “stiamo investendo più che mai in questo periodo - rimarca il ceo -: in nuovi aeromobili, nuove cabine e nuovi servizi”.

Un progetto di sviluppo che rientra appieno nel programma ‘Score’, che nelle stime del vettore dovrebbe portare a un aumento del risultato operativo del Gruppo di 1,5 miliardi di euro entro il 2015. Alla base del programma di riorganizzazione un’idea molto semplice: “Non lanciamo nuove idee - spiega infatti Franz -, ma cerchiamo di fare a meno di vecchie e cattive abitudini”.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook