Towns of Italy e la sfida incoming: “Per il prossimo anno segnali discordanti”

28/11/2023
14:16
 

I segnali per il 2024 sul fronte incoming sono discordanti. A confermarlo è il ceo di Towns of Italy, Luca Perfetto (nella foto), che a TTG Italia ricorda come ci siano “fattori esterni che potrebbero condizionare la domanda. In particolare ne ricordo tre: la situazione geopolitica in primis da analizzare meglio, che non credo porti effetti positivi; le olimpiadi in Francia che potrebbero distogliere parte del flusso sull'Italia (sicuramente distrarranno l'attenzione del Paese per il forte branding nazionale che questo tipo di eventi porta con sé); le elezioni politiche americane”.

Pubblicità

Il mercato più promettenti resta comunque quello degli Stati Uniti, anche se si attende “un ritorno a pieno regime dell'Australia. Siamo poi molto interessati e curiosi di valutare il ritorno della Cina”.
Certo, le difficoltà attraversate dal Medio Oriente impongono cautela: “Non credo che in nessun modo una guerra così vicina possa facilitare le prenotazioni per il nostro Paese, semmai penso il contrario. Peraltro molti nostri clienti americani sono di origine ebraica e includono lo stop in Italia prima di una visita in Israele”.

Intanto, Towns of Italy si avvia a chiudere un anno estremamente positivo, che vede il “raggiungimento pieno di tutti gli obiettivi che ci eravamo dati. Il gruppo arriva alla soglia dei 120mila passeggeri gestiti e a un risultato Ebitda positivo. Il prossimo anno, sia grazie alla crescita organica sui territori sia grazie al nostro processo di acquisizioni di operatori sul territorio del Sud Italia, punteremo ad un ulteriore, importante, aumento a doppia cifra su tutti gli indicatori”.

La chiave del successo di Towns of Italy si trova nei corsi di cucina. “Sono il nostro best seller.  Da Milano a Palermo abbiamo scuole che ogni giorno ospitano centinaia di turisti intenti a scoprire la nostra cultura, attraverso un'esperienza enogastronomica speciale. A breve apriremo una nuova scuola nel centro storico di Roma. E' la nostra grande expertise, siamo stati i primi in Italia a offrire corsi regolari garantiti di cucina per turisti, ed oggi con oltre 40mila ospiti l'anno solo su questi servizi, siamo leader nazionali. Oltre a ciò siamo molto ricercati per i prodotti escursionistici esperienziali, quali il Vespa tour in Chianti, o il nuovissimo e-bike tour sull'Etna con partenza da Taormina”. I.C.


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook